EFFETTO CAMINO

 

I dispositivi di sospensione e fissaggio della struttura metallica sono dimensionati in modo che fra lo strato isolante e il rivestimento esterno in gres si crei uno spazio vuoto, una camera d’aria collegata con l’esterno da bocche di aerazione che, generalmente, sono poste alla base e alla sommità della facciata. In questa intercapedine si crea naturalmente un effetto di ventilazione continua detto anche “effetto camino” dovuto alla differenza di temperatura esistente tra l’aria nella camera di ventilazione e quella esterna.

L’aria esterna entra nell’intercapedine dal basso verso l’alto creando un flusso benefico che aumenta le funzioni di traspirazione della facciata. Grazie a questa ventilazione si elimina rapidamente il vapore acqueo proveniente dall’interno, si diminuisce la possibilità di fenomeni di condensa, si riducono drasticamente gli effetti negativi di eventuali penetrazioni di acqua e si contribuisce ad un’effettiva riduzione della quantità di calore che entra o esce dall’edificio.

Share