1) Cosa è possibile celare nello spazio vuoto ricavato?
Uno dei vantaggi principali dei pavimenti sopraelevati e la creazione di una intercapedine tra la superficie calpestabile e la soletta. Tale spazio può essere utilizzato come vano tecnico per cablaggi vari (elettrici, idraulici, climatizzazione, sicurezza, comunicazione, ecc.) o può essere lasciato vuoto consentendo così comunque un maggiore isolamento dell’ambiente dal sottofondo o il raggiungimento di particolari quote in altezza.

2) Perché è più conveniente usare il gres porcellanato Atlas Concorde rispetto ad altri materiali?
L’utilizzo del gres porcellanato Atlas Concorde come finitura superficiale per pavimentazioni sopraelevate è garanzia di elevate performance tecniche delle superfici e di originalità nella ricercatezza estetica dei rivestimenti. Rispetto ad altri materiali, infatti, il gres porcellanato Atlas Concorde conferisce al pavimento sopraelevato una maggiore resistenza al calpestio, all’usura, alle escursioni termiche, allo sporco, unita all’estrema facilità di pulizia e ad una versatilità estetica unica.

3) Quali sono i vantaggi del supporto in solfato di calcio rispetto a quello in legno?
I pannelli con anima minerale sono indicati per soluzioni progettuali che prevedono carichi importanti, luoghi che esigono una maggiore resistenza al fuoco o spazi dove l’assorbimento acustico è determinante.

4) Si può posare in esterno?
Certamente. Atlas Concorde prevede soluzioni strutturali adatte alla realizzazione di pavimenti sopraelevati per ambienti outdoor come terrazze, giardini e parchi attrezzati, camminamenti, bordi piscina, patii ecc.

5) Quali formati sono disponibili?
I pavimenti sopraelevati indoor Atlas Concorde sono caratterizzati da strutture con pannelli modulari disponibili in 4 diversi formati: 45×90 cm, 30×60 cm, 60×60 cm e 60 x120 cm

6) Quale altezza massima può raggiungere il pavimento?
Le strutture portanti dei pavimenti sopraelevati Atlas Concorde consentono di realizzare pavimentazioni a differenti quote d’altezza, da un minimo di 12 mm sino a superare il metro.

7) Posso usare tutte le finiture superficiali?
I pavimenti sopraelevati Atlas Concorde possono essere realizzati con qualsiasi finitura superficiale. A seconda delle esigenze stilistiche e funzionali dell’ambiente di destinazione si potrà scegliere liberamente tra le finiture Atlas Concorde, dal matt-satinato, a quella lappata sino al levigato.

8) Può essere utilizzata la lastra sottile?
I pavimenti sopraelevati Atlas Concorde possono contare su un’ampia collezione di finiture superficiali in gres porcellanato di differenti formati e spessori. Le collezioni delle lastre sottili Linea di Atlas Concorde non sono previste all’interno dell’offerta per i pavimenti sopraelevati.

9) Ci sono limiti nel metodo di lavaggio del pavimento sopraelevato?
Grazie alla finitura superficiale in gres porcellanato Atlas Concorde, i pavimenti sopraelevati possono essere puliti ed igienizzati con estrema facilità attraverso la semplice aspirazione a secco e il lavaggio con straccio, leggermente inumidito e ben strizzato. Atlas Concorde consiglia inoltre di evitare il più possibile accumuli di acqua sulla superficie e sulla bordura laterale dei pannelli che, se assorbiti, potrebbero danneggiare il pavimento.

10) Si possono realizzare formati speciali fuori standard?
A seconda del progetto e delle caratteristiche della realizzazione prevista è possibile richiedere l’assistenza di Atlas Concorde per valutare l’eventuale realizzazione di formati di finitura superficiale fuori standard.

Share