POSA A RIVESTIMENTO INDOOR

In collaborazione con MAPEI (adesivi e sigillanti), TUSCAN Leveling System (sistemi di posa) e Profilitec (profili per pavimenti). Le lastre sottili LINEA di Atlas Concorde sono idonee al rivestimento di pareti interne sia su superfici preesistenti sia su nuove strutture. La particolare leggerezza di LINEA permette l’impiego anche in quei contesti in cui la leggerezza è un fattore determinante.

VERIFICA DEL SUPPORTO A PARETE
Sono diverse le tipologie di supporto che possono prevedere l’applicazione delle lastre sottili LINEA su pareti interne, per questo Atlas Concorde consiglia di procedere ad alcune verifiche e accorgimenti a seconda del materiale che caratterizza il supporto stesso.

Pareti in calcestruzzo
Sia che si tratti di parete in calcestruzzo appena realizzata o prefabbricata, è in genere una superficie piana già pronta per l’applicazione del materiale ceramico. Prima della posa in opera del rivestimento però, Atlas Concorde consiglia di verificare:

  • stagionatura (deve essere almeno di 3 mesi in condizioni normali);
  • verticalità della parete;
  • Integrità e pulizia per non pregiudicare l’adesione delle lastre sottili LINEA

Intonaco cementizio
L’intonaco a base cemento è il rivestimento murale più comunemente usato nella protezione e finitura superficiale delle pareti tradizionali. Atlas Concorde ricorda che prima della posa del materiale ceramico, l’intonaco cementizio deve essere controllato nei seguenti parametri:

  • stagionatura (una settimana per cm di spessore);
  • verticalità della parete;
  • integrità e pulizia per non pregiudicare l’adesione delle lastre sottili LINEA.

Nel caso l’intonaco fosse realizzato con prodotti premiscelati, è opportuno far riferimento alle note tecniche del produttore.

Intonaco o pannello in gesso
Prima di procedere alla posa di lastre sottili LINEA su parti in gesso o su pareti rifinite con intonaci a base di gesso, è necessario verificare che tale supporto sia:

  • Asciutto (umidità inferiore allo 0,5%)
  • Solido
  • Integro e pulito da tutti quegli elementi residui che possono pregiudicare l’adesione delle lastre sottili LINEA.

Atlas Concorde ricorda inoltre che il gesso è un materiale incompatibile con gli adesivi cementizi comunemente usati per la posa di rivestimenti ceramici, quindi è necessario applicare uno strato di primer specifico. Così come è necessario porre la massima attenzione all’impermeabilizzazione della superficie (Tabella) in quegli ambienti caratterizzati da un’elevata esposizione all’acqua (bagni, spogliatoi, box doccia, strutture sportive ecc.). Le infiltrazioni d’acqua possono causare il degrado del gesso e il conseguente distacco del prodotto ceramico.

Cartongesso
Essendo elementi architettonici prefabbricati e realizzati in gesso rivestito di cartone, prima di procedere al rivestimento con lastre sottili LINEA delle pareti in cartongesso, è necessario verificare che i supporti siano:

  • Rigidi;
  • Verticali;
  • Integri e puliti da tutti quegli elementi residui che possono pregiudicare l’adesione delle lastre sottili LINEA.

Come per le pareti in gesso o gli intonaci a base di gesso, l’utilizzo delle pareti in cartongesso in ambienti ad alto grado di umidità è subordinato ad una attenta impermeabilizzazione della superficie (Tabella).

Rivestimento in ceramica o materiale lapideo
Le lastre sottili LINEA sono perfette per soluzioni di ristrutturazione o rifacimento delle pareti. È possibile infatti evitare la demolizione dell’esistente applicandovi direttamente il rivestimento ceramico. Nel caso di sottofondi rivestiti in ceramica o in altro materiale lapideo (marmo, pietra nautrale), Atlas Concorde consiglia di verificare sempre che il supporto sia:

  • Integro e pulito da tutti quegli elementi residui che possono pregiudicare l’adesione delle lastre sottili LINEA.
  • Verticale.
  • Perfettamente ancorato alla parete preesistente.

Indipendentemente dal supporto, prima di procedere con la posa delle lastre sottili LINEA è indispensabile curare la planarità della parete evitando così vuoti e bolle d’aria tra la lastra e il supporto, causa di rotture e distacchi. Sarà dunque necessario correggere eventuali imperfezioni della parete utilizzando malte livellanti.

Prodotti consigliati per correzione e livellamento del supporto.

  Prodotto Caratteristiche Note
Impermeabilizzazione di supporti cementizi MAPEI – MAPEGUM WPS o MAPELASTIC AQUADEFENSE Prodotto elastomerico in dispersione acquosa  
Impermeabilizzazione di supporti assorbenti (gesso, cartongesso) MAPEI – MAPEGUM WPS o MAPELASTIC AQUADEFENSE Prodotto elastomerico in dispersione acquosa  
Impermeabilizzazione del supporto in corrispondenza di raccordi pavimento-parete, angoli, scarichi e tubi. MAPEI – MAPEBAND PE120 Tessuto gommato impermeabile performato Da incollare su MAPEI – MAPEGUM WPS o MAPELASTIC AQUADEFENSE e posizionato nella mezzeria dello spessore dello strato di impermeabilizzazione.
Livellamento supporti MAPEI – NIVORAPID Rasatura cementizia tissotropica per spessori da 3 a 20 mm Su ceramica e materiale lapideo utilizzare previa applicazione di primer MAPEI – MAPEPRIM SP o ECOPRIM GRIP. Su gesso e cartongesso utilizzare previa applicazione di primer MAPEI – PRIMER G o ECOPRIM T
Livellamento supporti MAPEI – NIVORAPID Rasatura cementizia tissotropica per spessori fino a 10 mm Su ceramica e materiale lapideo utilizzare previa applicazione di primer MAPEI – ECOPRIM T O ECOPRIM GRIP. Su gesso e cartongesso utilizzare previa applicazione di primer MAPEI – PRIMER G o ECOPRIM T

POSA DELLE PIASTRELLE
Prima di procedere con la posa delle lastre sottili LINEA è necessario scegliere il collante più idoneo in base all’ambiente di destinazione, alle caratteristiche del materiale di supporto, al formato delle lastre utilizzate e al tempo a disposizione tra la posa e la messa in esercizio. Successivamente si procederà con la posa.

Doppia spalmatura

  • Pulire le piastrelle sottili LINEA con un semplice lavaggio in acqua pulita e solo se necessario (presenza notevole di polvere).
  • Applicare l’adesivo mediante spatola con denti arrotondati (dentatura 5x7mm inclinata a 60°) stendendo prima uno strato sottile sulla parete mediante il lato liscio della spatola e, successivamente, applicando lo spessore desiderato con la parte dentata.
  • Applicare l’adesivo anche sul retro delle lastre sottili LINEA per evitare vuoti o bolle d’aria tra la parete e la superficie ceramica che possono portare a rotture o scollamenti in caso di particolari sollecitazioni.

Posa
Successivamente applicare la lastra sottile alla parete in modo che l’adesione sia perfetta e il livellamento omogeneo. Atlas Concorde consiglia di procedere utilizzando una spatola gommata (o due ventose per i grandi formati) eseguendo una omogenea battitura della superficie evitando però tassativamente l’uso di martelli in gomma.

Fuga
Nei più comuni supporti a parete si può prevedere la fuga minima di 1 mm, mentre nel caso di supporti deformabili come pareti impermeabilizzate, arredi in legno o altro, è indispensabile la posa a fuga larga di almeno 3 mm.
Nel caso di posa a correre le lastre andranno sfalsate al massimo di 1/3 del lato lungo (20 cm per il 30×60 cm; 40 cm per il 60×120 e 30×120 cm).
Per la posa a rivestimento delle lastre sottili LINEA, Atlas Concorde suggerisce di affidarsi al sistema di installazione TUSCAN LEVELING SYSTEM che consente facilmente di:

  • Eliminare i dislivelli tra lastra e lastra;
  • Mantenere la posizione desiderata di ogni lastra;
  • Ridurre i tempi di posa.

Prodotti consigliati per la posa delle piastrelle.

  Prodotto Caratteristiche Note
Doppia spalmatura su supporto cementizio, gesso (previa applicazione di PRIMER G O ECOPRIMT), calcestruzzo, cartongesso, rivestimento ceramico o in materiale lapideo per formati: 30×60 cm; 60×60 cm; 30×120 cm. MAPEI – ULTRALITE S1 o KERAFLEX MAXI S1 Adesivi cementizi ad alte prestazioni, deformabili e ad elevata capacità bagnante. C2TE S1 – EN 12004
Doppia spalmatura su supporto cementizio, gesso previa applicazione di PRIMER G O ECOPRIMT), calcestruzzo, cartongesso, rivestimento ceramico o in materiale lapideo per formati: 60×120 cm. MAPEI – KERABOND + ISOLASTIC Adesivi cementizi ad alte prestazioni, altamente deformabili. C2TE S2 – EN 12004
Doppia spalmatura su supporto cementizio, gesso previa applicazione di PRIMER G O ECOPRIMT), calcestruzzo, cartongesso, rivestimento ceramico o in materiale lapideo per formati: 30×60 cm; 60×60 cm; 30×120; 60×120 cm. Basso tempo tra posa e messa in esercizio MAPEI – ELASTORAPID Adesivi cementizi a presa rapida C2FT ES2 – EN 12004
Doppia spalmatura su supporti impermeabilizzati con formato: 30×60; 60×60 cm MAPEI – ULTRALITE S1 o KERAFLEX MAXI S1 Adesivi cementizi ad alte prestazioni, deformabili e ad elevata capacità bagnante. C2TE S1 – EN 12004
Doppia spalmatura su supporti impermeabilizzati con formato: 30×120; 60×120 cm MAPEI – KERABOND + ISOLASTIC Adesivi cementizi ad alte prestazioni, altamente deformabili. C2TE S2 – EN 12004
Doppia spalmatura su supporti impermeabilizzati con formato: 30×60; 60×60 cm. Basso tempo tra posa e messa in esercizio. MAPEI – ELASTORAPID Adesivi cementizi a presa rapida C2FT S2 – EN 12004
Doppia spalmatura su supporti impermeabilizzati con formato: 30×120; 60×120 cm. Basso tempo tra posa e messa in esercizio MAPEI – KERAQUICK + LATEX PLUS Adesivi cementizi a presa rapida C2FT S2 – EN 12004

STUCCATURA
Premesso che la scelta dello stucco dipende principalmente dalla tipologia di ambiente in cui si opera e dalla destinazione d’uso che ne deriva, Atlas Concorde consiglia di eseguire la stuccatura delle fughe utilizzando prodotti colorati specifici a granulometria fine. A differenza degli stucchi in sabbia e cemento, offrono infatti vantaggi notevoli tra cui:

  • Possibilità di abbinamento cromatico con il materiale ceramico;
  • Minore porosità della fuga e quindi minore tendenza a trattenere lo sporco;
  • Perfetta installazione nella fuga senza lasciare vuoti o dislivelli.

Indipendentemente dallo stucco utilizzato, Atlas Concorde rammenta che l’operazione di stuccatura delle fughe può essere eseguita 2-3 ore dopo la posa solo nel caso di adesivi a presa rapida, mentre è necessario attendere almeno 4-8 ore per gli adesivi a presa normale.

Prodotti consigliati per la stuccatura delle fughe

  Prodotto Caratteristiche Note
Stuccatura ambienti asciutti. Fuga 2 mm MAPEI – KERACOLOR SF o KERACOLOR FF Stucco per giunto minimo CG2 – EN 13888
Stuccatura ambienti asciutti. Fuga > 2 mm MAPEI – KERACOLOR FF o ULTRACOLOR PLUS Stucco per giunto aperto CG2 – EN 13888
Stuccatura ambienti umidi. Fuga 2 mm MAPEI – KERACOLOR SF + FUGOLASTIC o KERACOLOR FF + FUGOLASTIC Stucco per giunto minimo CG2 – EN 13888
Stuccatura ambienti umidi. Fuga > 2 mm MAPEI – ULTRACOLOR PLUS Stucco per giunto aperto CG2 – EN 13888
Stuccatura ambienti in cui è richiesta totale igiene e resistenza ad agenti chimici. Fuga > 3 mm MAPEI – KERAPOXY o KERAPOXY CQ o KERAPOXY DESIGN Stucco per giunto aperto RG – EN 13888

GIUNTI E SIGILLATURA
Durante tutte le operazioni di posa in ambienti le cui superfici a parete superano i 60 mq è indispensabile realizzare giunti di dilatazione, mentre in corrispondenza dei raccordi pavimento-parete, pavimento-sanitari, pavimento-piattodoccia e degli angoli vanno definiti giunti perimetrali di almeno 5 mm.
Per il riempimento dei giunti nella posa delle lastre sottili LINEA è possibile usare del sigillante siliconico trasparente o colorato a reticolazione acetica. In alternativa si possono usare profili prefabbricati, soprattutto in corrispondenza degli angoli proteggendo così la zona del rivestimento ceramico più sollecitata.
Come soluzioni di battiscopa, Atlas Concorde consiglia le soluzioni Profilitec con l’installazione tra pavimento e rivestimento di un profilo minimale in alluminio di raccordo. La particolare sezione di questi profilati permette di raccordare il rivestimento a basso spessore con il pavimento lasciando in essere il corretto giunto di dilatazione perimetrale. L’aletta inferiore sporgente consente un’adeguata copertura del giunto di dilatazione perimetrale, consentendo un opportuno spazio di dilatazione alla pavimentazione.

Prodotti consigliati per la sigillatura dei giunti.

  Prodotto Caratteristiche Note
Sigillatura per giunti MAPEI – MAPESIL AC Sigillante siliconico trasparente o colorato a reticolazione acetica. Da utilizzare previa applicazione del primer fissativo MAPEI – PRIMER FD
Profilatura per la protezione degli spigoli e dei gradini PROFILITEC – RJM Profilo in alluminio anodizzato e brillantato. Estruso con alette di lunghezza ridotta a basso spessore. Disponibile nei colori: Argento, Brillantato Cromo, Brillantato Oro.
Profilatura per il raccordo tra pavimento e rivestimento di lastre a basso spessore PROFILITEC – CRM Profilo in alluminio anodizzato e brillantato. Estruso con alette di lunghezza ridotta a basso spessore. Disponibile nei colori: Argento, Brillantato Cromo, Brillantato Oro.
Profilatura terminale e/o decorativa PROFILITEC – SJM Profilo in alluminio anodizzato e brillantato. Estruso con alette di lunghezza ridotta a basso spessore. Disponibile nei colori: Argento, Brillantato Cromo, Brillantato Oro.
Profilatura decorativa PROFILITEC – LISTELIC LI 20 Profilo in acciaio di spessore 4,5 mm che permette di creare linee orizzontali ed effetti cromatici sulle pareti rivestite in ceramica. Applicabile con lo stesso collante per ceramica. Disponibile con effetto lucido e satinato.
Battiscopa PROFILITEC – BATTISCOPA BT AS Profilo in alluminio con superficie anodizzata argento, offre una adeguata protezione della parte in vista contro la naturale corrosione dell’alluminio. Lunghezza: 2,70 metri
Battiscopa PROFILITEC – BT ASB Profilo in alluminio anodizzato con superficie brillantata ad effetto cromato, per l’abbinamento con gli accessori del bagno. Stesse caratteristiche tecniche dell’alluminio anodizzato. Lunghezza: 2,70 metri

Share