V

  1. VENA PASSANTE

    La vena passante è una caratteristica che riguarda la ceramica che riproduce l’estetica del marmo.

     Nel gres porcellanato a vena passante le venature superficiali sono riprodotte anche nel corpo della piastrella. In questo modo, nel caso di eventuali piccole sbeccature, l’estetica del prodotto non viene compromessa.

     

  2. VETRIFICAZIONE

    Fusione parziale progressiva di un impasto ceramico, argilla, feldspato, smalto, ecc. provocata dall’aumento di temperatura durante il processo di cottura.

    Con il procedere della vetrificazione, la quantità di fase vetrosa aumenta e la porosità apparente del materiale diminuisce. Un corpo ceramico è totalmente vetrificato se il vetro riempie tutti i pori fra i grani cementandoli fra loro.

    Le variabili più importanti nei processi di vetrificazione sono la distribuzione dimensionale iniziale delle particelle, la viscosità della fase vetrosa e, in misura minore, la tensione superficiale. Il termine vetrificazione viene sostituito, talvolta, con ‘greificazione’ che indica però una vetrificazione non molto spinta, come può essere quella del gres rispetto alla porcellana.

  3. VSHADE

    La classificazione VShade indica il livello di stonalizzazione del prodotto, ovvero di variazione cromatica e/o superficiale che intercorre tra le piastrelle di una stessa collezione.

     

    Una forte stonalizzazione è indicata nelle collezioni che richiamano materiali naturali come la pietra e il marmo. Stonalizzazioni più moderate caratterizzano collezioni in cui l’omogeneità cromatica superficiale è un valore estetico indice di un design contemporaneo.