Material Spirit. Svelare lo spirito intimo della materia

Nella scena della progettazione contemporanea è entrata con forza la «materia», protagonista di performance che mettono al centro la portata sia simbolica che di sostanza del materiale di cui gli «oggetti umani» sono fatti. Dall’arte al design, fino ai beni più diffusi nelle nostre case, si vedono i segni di una trasformazione che ha reso i materiali (più di prima) una risorsa non solo da salvaguardare, ma da conoscere, amare e porre al centro del progetto.
Rivestimento 3D Bagno Effetto terra cruda Bianco
Questa tendenza, rappresenta una costante in divenire degli ultimi anni e riguarda il profondo e progressivo interesse per i materiali dal punto di vista estetico, funzionale e sperimentale. Una pratica che si disvela attraverso oggetti, manufatti e architetture in cui è la materia stessa a definire i contorni del progetto, ben oltre le sue proprietà funzionali ed estetiche, che sembrano assolutamente insufficienti a definire il carattere profondo della realtà materiale. L’innovazione parte, quindi, direttamente dalla materia e dalla sua vitalità, esplorandone le caratteristiche intrinseche, sempre nel rispetto e nell’enfasi della loro natura e della loro storia. Si parte dalla materia, mettendola a nudo per sviluppare e valorizzare ogni volta, un nuovo linguaggio creativo in sintonia con essa.

Case history eccellenti

Total Exposure, di Vaust
Fondato nel 2018, Vaust è uno studio di design di Berlino vincitore del Wallpaper Design Award 2020 che intercetta interior design, architettura e arte attraverso un linguaggio estetico distintivo, derivante dal focus sulla materia pura. Nel caso delle sette opere di Total Exposure, il cemento aggregato insieme all'alluminio lucido spazzolato, pur mantenendo integra la forza primigenia ruvida e rude, trasforma gli oggetti in prodotti di design dall’anima artistica poetica: tavolini, un profumatore d’ambiente, vasi e sculture da pavimento… Gli oggetti traggono ispirazione dalle linee semplici e solide dell’architettura brutalista, combinando cemento aggregato sbozzato e lavato come già utilizzato per gli edifici cittadini dell'era della Guerra Fredda.

 

Monk Chair by Cedric Etienne
La Monk Chair, costituita da lastre di sughero carbonizzato, è stata recentemente presentata al Lake Como Design Festival 2023 all’interno della Contemporary Design Selection. La seduta è stata realizzata dal designer belga Cedric Etienne, noto per la sua originale filosofia creativa alla base di tutte le sue opere per cui architettura e filosofia hanno lo stesso peso nella ideazione e progettazione. Insieme allo Studio Corkinho, un ristretto team di interior designer, il designer ricerca l’essenzialità e la purezza della materia che lo ha portato alla scoperta e all’utilizzo del sughero, che considera un materiale nobile e contemporaneo dal valore ben superiore a quello di mero pannello di rivestimento. Per Cedric, infatti, «se ascoltiamo profondamente lo spirito dell'architettura, la sua voce ci guida a tornare all'essenza».In fact for Cedric, "if we listen closely to the spirit of architecture, its voice guides us to return to the essence."

Boost Natural, di Atlas Concorde

Attraverso la collaborazione con l’architetto Matteo Brioni, il mondo Boost si è arricchito di Boost Natural, superfici in gres porcellanato dall’effetto ispirato alla terra cruda in tonalità neutre e polverose. Con questa collezione Atlas Concorde prosegue nella ricerca dell’essenza della materia con un focus sulla terra cruda che, come afferma l’architetto Brioni, «ha la capacità di portare la bellezza nell’architettura contemporanea». L’armonia della collezione, tra colore, texture e applicazione, consente di far risaltare la natura più profonda della materia da cui è ispirata.

AtlasConcorde_BoostNatural_000_05_Moodboard
Piastrelle grande formato Soggiorno Effetto terra cruda Beige

Per un’azienda o un retailer considerare la tendenza Material Spirit, significa puntare su:

- Materia come cuore del progetto: estrarre dai materiali elementi sempre diversi per raccontare nuove storie con i progetti di prodotto o di architettura

- Essenzialità estetica: considerare l’estetica come l’espressione di una essenzialità più intima e profonda, a partire dagli aspetti materici o formali

- Nuovi linguaggi creativi: studiare la materia per conoscerne gli elementi da trasformare in un linguaggio creativo

- Emozionalità ancestrale: suscitare emozioni attraverso la materia, attrattive ma anche respingenti

Lasciati ispirare